Project Description

Cos’è la cistite e quali sono i sintomi più comuni?

La cistite è un’infezione batterica della mucosa vescicale. Mentre nella maggior parte dei casi l’infezione alla vescica si verifica improvvisamente (acuta), in altri casi può ripresentarsi nel lungo termine (cronica).

Il trattamento precoce è la chiave per prevenire la diffusione dell’infezione.

Quali sono le cause della cistite?

I batteri che entrano attraverso l’uretra e viaggiano attraverso la vescica causano le infezioni. Normalmente il corpo rimuove i batteri durante la minzione. Gli uomini sono ulteriormente protetti attraverso la prostata, che secerne gli ormoni protettivi che difendono la  vescica contro i batteri. A volte i batteri possono attaccarsi alle pareti della vescica e moltiplicarsi rapidamente. Questo limita la capacità del corpo di distruggerli, portando di conseguenza al probabile sviluppo di infezioni della vescica.

Secondo il National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases (NIDDK), la maggior parte delle infezioni della vescica sono causate dall’Escherichia coli (E. coli). Questo tipo di batterio è naturalmente presente nell’intestino. L’infezione può verificarsi se ci sono troppi batteri nel corpo o se non vengono eliminati attraverso la minzione.

Altri batteri che possono causare infezioni sono la Chlamydia ed il Mycoplasma. Tuttavia, a differenza dell’E. coli, questi sono in genere trasmessi solo attraverso un rapporto sessuale, e possono colpire, oltre alla vescica , anche gli organi riproduttivi.

Chi è a rischio di cistite?

Chiunque può contrarre una infezione alla vescica, le donne sono però più inclini rispetto agli uomini. Questo è perché le donne hanno un’uretra più corta, e per i batteri il percorso verso la vescica è più facile da raggiungere. L’uretra femmine si trova anche più vicina al retto rispetto all’uretra maschile. Ciò significa che i batteri hanno una distanza più breve da percorrere.

Altri fattori possono aumentare il rischio di infezioni alla vescica sia per gli uomini che per le donne.

Questi includono:

– l’età avanzata
– l’immobilità
– la scarsa di liquidi
– operazioni chirurgiche all’interno del tratto urinario
– il catetere urinario
– un’ostruzione urinaria, ovvero un blocco nella vescica o dell’uretra
– anomalie del tratto urinario, causate da difetti di nascita o da lesioni
– la ritenzione urinaria, ovvero la difficoltà a svuotare la vescica
– un’uretra ridotta
– l’ingrossamento della prostata
– l’incontinenza fecale
– la gravidanza
– il diabete.

Mentre le donne sono più inclini a contrarre infezioni alla vescica, gli uomini non sono completamente immuni. Inoltre, il NIDDK afferma che i casi di cistite negli uomini tendono a ripresentarsi dopo la prima infezione. Questo perché i batteri possono farsi strada all’interno della ghiandola prostatica e nascondersi all’interno dei tessuti.

Quali sono i sintomi della cistite?

I sintomi della cistite variano a seconda della gravità. Dapprima si notano dei cambiamenti durante la minzione. Con il progredire dell’infezione, si manifesta poi anche il dolore.

Alcuni dei sintomi più comuni includono:

– urina torbida
– urina di colore rosso o roseo (per la presenza di sangue)
– urinare più spesso del solito
– urina maleodorante
– dolore o bruciore durante la minzione
– sensazione frequente di dover urinare
– crampi o tensione nel basso addome o nella parte inferiore della schiena.

La cistite può anche causare dolori alla schiena. Questo dolore è associato a dolori ai reni. A differenza del mal di schiena muscolare, si potrebbe provare dolore su entrambi i lati della schiena o a metà della schiena. Tali sintomi indicano che l’infezione della vescica si è probabilmente diffusa ai reni. Un’infezione renale può anche causare qualche linea di febbre.

Come viene diagnosticata la cistite?

E’ il medico a diagnosticare la cistite attraverso l’ esame delle urine. Questo test viene effettuato su un campione di urina per verificare la presenza di:

– globuli bianchi
– globuli rossi
– nitriti
– batteri
– altri prodotti chimici presenti nelle urine quando è in corso un’infezione della vescica.

Il medico può anche effettuare una urino cultura, che è un test per determinare il tipo di batteri presenti nelle urine. Una volta nota la tipologia di batteri, viene eseguito un test per determinare gli antibiotici più efficaci per il trattamento dell’infezione.

Come si cura la cistite?

La cistite è trattata con farmaci che uccidono i batteri e alleviano il dolore ed i bruciori.

Alcuni trattamenti domestici possono però aiutare ad alleviare i sintomi e a curare l’infezione. Il miglior rimedio è l’assunzione di acqua, che aiuta a rimuovere i batteri dalla vescica. Il medico potrebbe inoltre consigliare l’assunzione di vitamina C, o di succo di mirtillo, per aumentare il livello di acido nelle urine e uccidere i batteri.

Come si previene la cistite?

Un cambiamenti nello stile di vita può certamente ridurre la probabilità di contrarre un’infezione della vescica.

Se avete vissuto episodi di cistite ricorrenti, il medico potrà raccomandarvi la cura più adatta a voi. Si tratta dell’assunzione a piccole dosi di antibiotici che, presi quotidianamente, prevengono l’insorgere della cistite.

Ecco alcuni consigli per ridurre o eliminare l’insorgenza di infezioni della vescica:

– bere da sei a otto bicchieri di acqua al giorno,
– assumere quotidianamente succo di mirtillo,
– urinare non appena se ne sente il bisogno,
– preferire le docce ai bagni,
– utilizzare biancheria intima di cotone,
– preferire assorbenti esterni invece dei tamponi,
– evitare di utilizzare il diaframma e scegliere forme di contraccezione alternative (su consiglio del proprio ginecologo di fiducia).

Agire preventivamente può aiutare a ridurre il manifestarsi della cistite, così come a ridurre il dolore che l’accompagna. Quanto prima si trova il giusto trattamento, meno è probabile che l’infezione si diffonda.

Fonte: National Institute of Diabetes and digestive and Kidney Diseases